A proposito di Sinergica

gruppo_carabaga

“Creiamo valore dal 1970”, sussurra Sinergica nella monografia che sintetizza i punti nei quali si articola l’attività della società impegnata nel produrre il ciclo completo della comunicazione pubblicitaria aziendale e di prodotto. Nome non scelto a caso, quello di Sinergica, per la sua duplice valenza: di valorizzare al meglio le risorse costituite dal frutto dell’esperienza dei singoli, ma anche di apertura ai proficui apporti di incursioni e studi in campi a volte non considerati affini. Proprio la capacità di cogliere le potenzialità offerte da un approccio multidisciplinare è una delle costanti che hanno accompagnato tutta l’attività di questo gruppo di operatori, nato nei primi anni ‘70 come Centro Operazioni Visive per trasformarsi vent’anni dopo in Sinergica. Sin dall’inizio a caratterizzare il lavoro c’è questo filo conduttore del mettere in comune e quindi affinare con ulteriori e continui studi, il patrimonio culturale dei singoli. Ad essi si intreccia la felice apertura al confronto con collaboratori esterni o altri studiosi il cui apporto integra e fornisce nuova linfa al lavoro di ricerca perseguito in questi anni e che costituisce la base dalla quale partire per l’elaborazione di ogni nuovo progetto. Sinergica è la sintesi e l’elemento di partenza di tre diverse esperienze culturali e professionali.

Guido Ziveri, una intera vita dedicata alla ricerca e allo studio dell’immagine, vive ed opera a Genova. Un lungo percorso artistico che dall’approfondimento della storia dell’arte e delle metodologie classiche lo ha portato a sperimentare gli specifici mediatici delle varie tecniche espressive: pittore, incisore, ceramista, fotografo, grafico, poeta visivo, operatore digitale. Ha fatto parte del nucleo fondatore del Gruppo Studio e della Galleria Carabaga, due eventi entrati ormai nei libri di storia dell’arte contemporanea. Il gusto per la sperimentazione colta, la ricerca continua di nuove forme espressive oltre gli schemi fissati dalle regole linguistiche, sorretto dal piacere dell’ironia e della contaminazione, lo portano ad applicare professionalmente i frutti di questa operazione di scandaglio, con una operatività che spazia dalla proprietà dei mezzi di produzione, alle verifiche psicopercettive delle immagini prodotte per la comunicazione artistica ed aziendale.

Olga Casa: anche lei tra i fondatori del Gruppo Studio e della Carabaga, vive ed opera a Genova producendo immagini che spaziano dalla pittura alla ceramica, dalla fotografia analogica, alle tecnologie digitali. Testimonianze della sua esperienza pittorica, ceramistica, fotografica e di arte digitale, documentate in collezioni private e pubbliche,  le sono valse premi e segnalazioni in importanti mostre nazionali ed estere. L’evoluzione artistica l’ha portata prima all’utilizzazione di materiali “non pittorici”, carte, sabbie, stoffe, oggetti, per approdare poi alla computer art ed alla simulazione digitale, con una contaminazione del linguaggio dal suo interno che ne stravolge ironicamente i significati.

Manuela Biagini, nata a Genova, ha coltivato fin da giovanissima l’amore per le arti visive ed in particolare per la fotografia, passione che sul finire degli anni settanta l’ha portata ad incontrare Sinergica. Con l’ampliarsi dell’attività, nel corso degli anni ha esteso il suo campo d’azione alla cinematografia documentaristica e pubblicitaria in pellicola, sino alle nuove tecnologie digitali di ripresa e montaggio video. Si è specializzata in marketing e comunicazione ed oggi è il presidente della società.

Sinergica è però qualcosa di più della semplice somma di queste tre professionalità e degli apporti dei vari collaboratori, in quanto il perseguire quasi con ostinazione il lavoro di analisi dei vari aspetti della percezione porta ad un rigore della ricerca che inevitabilmente si riverbera nella parte più strettamente artistica e da questa nella comunicazione pubblicitaria. Lo studio del colore e della composizione nella storia dell’arte, della struttura dell’immagine attraverso i supporti della Gestalt, la collaborazione con Enrica Anfossi, specializzata in psicologia della forma, neuro marketing e supervisione motivazionale degli elaborati e con i designers Raffaella Bellucci, Diana Luvini, Matteo G. Palmieri, costituiscono l’impalcatura per poter sfruttare anche con ironia le opportunità offerte dalle nuove tecnologie.

Posted on 28 luglio 2014 in contributi

Share the Story

About the Author

Back to Top